Venerdì 14 Novembre 2014 10:44
Stampa PDF
INNOVATEC S.p.A.

IL CDA ESAMINA IL REPORTING PACKAGE CONSOLIDATO PER I PRIMI NOVE MESI DEL GRUPPO INNOVATEC AI FINI DELLA REDAZIONE DEL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 DEL GRUPPO KINEXIA

- Valore della Produzione : 12,4 milioni
- Ebitda: positivo
30 mila in netto miglioramento rispetto al primo semestre 2014 che era negativo di Euro €0,6 milioni
- Indebitamento finanziario netto 5,6 milioni di euro (31 dicembre 2013: €0,4 milioni) - backlog contratti sull’efficienza energetica per certificati bianchi: 11,4 milioni

IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA SOCIETAINTERAMENTE CONTROLLATA STEA DIVISIONE ENERGIA SOLARE IN INNOVATEC

Milano, 14 novembre 2014. Il Consiglio di Amministrazione di Innovatec S.p.A. (“Innovatec”), quotata sul mercato AIM Italia e attiva nello sviluppo e offerta di tecnologie innovative, prodotti e servizi per il mercato corporate e retail nell’ambito della generazione distribuita smart grid e smart cities, dell’efficienza energetica e dello storage di energia, riunitosi oggi, ha esaminato il Reporting Package consolidato per i primi nove mesi del 2014 ai fini della redazione da parte del Gruppo Kinexia del Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2014.

Questi, in sintesi, i principali dati consolidati1 del Gruppo Innovatec (ITA GAAP):

- Valore della Produzione : € 12,4 milioni;
-
Ebitda: positivo € 30 mila in progressivo miglioramento rispetto al primo semestre 2014 che era negativo di €0,6 milioni;
-
Ebit: negativo per € 0,7 milioni;
- Indebitamento finanziario netto: € 5,6 milioni (31 dicembre 2013: €0,4 milioni)
-
backlog contratti sull’efficienza energetica per certificati bianchi: € 11,4 milioni

Ai fini del redazione del Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2014 del Gruppo Kinexia, i dati sopra riportati sono stati rettificati tenendo in considerazione i principi contabili IFRS2.

I dati economici del periodo mostrano un valore della produzione a Euro 12,4 milioni e un EBITDA positivo pari ad Euro 30 mila in progressivo miglioramento rispetto al primo semestre 2014 che era negativo per Euro 0,6 milioni.

Il valore della produzione del Gruppo risulta principalmente per vendite impianti sul mercato retail e corporate per circa Euro 4 milioni, attività di O&M, telecontrollo e services e altri ricavi per circa Euro 3,5 milioni e Euro 0,23 milioni per audit energetici. Nel terzo trimestre il Gruppo ha avviato operativamente il progetto “serre”, che prevede la sostituzione di impianti di riscaldamento alimentati da combustibili fossili annessi ad installazioni serricole con impianti alimentati da biomassa di matrice commerciale. Con l’inizio delle attività di installazione il Gruppo ha consuntivato per il progetto “serre” ricavi per Euro 5,7 milioni ed una marginalità di circa Euro 1,5 milioni che ha ampiamente compensato i costi fissi di struttura generando un EBITDA positivo. Tale attività di sostituzione, la quale ai sensi della legislazione corrente, genera certificati bianchi per i successivi cinque anni anche monetizzabili anticipatamente in un'unica soluzione tramite la stipula di accordi bilaterali con società “energivore”, ha parzialmente compensato un momentaneo allungamento delle tempistiche di sviluppo del business indirizzato alla clientela retail, il quale sente maggiormente dell’attuale stallo macroeconomico, minore liquidità disponibile e di limitato accesso al credito nonché del calo dei consumi anche alla luce dell’eliminazione degli incentivi di legge sul fotovoltaico.

Il backlog sui contratti sull’efficienza energetica per certificati bianchi risulta alla data di Euro 11,4 milioni su un totale, alla data, di commesse sullefficienza energetica per certificati bianchi acquisite in riferimento al progetto serre di Euro 17,1 milioni.

Tale progetto e i conseguenti relativi investimenti hanno avuto nei primi nove mesi un impatto sull’Indebitamento Finanziario Netto che risulta aumentato, rispetto al 31 dicembre 2013, da Euro 0,4 milioni a Euro 5,6 milioni.

Evoluzione prevedibile della gestione

Nel corso dei primi nove mesi del 2014 le attività nel campo dell’efficienza energetica della controllata Innovatec S.p.A. sono state focalizzate all’avvio del progetto “serre”, che prevede la sostituzione di impianti di riscaldamento alimentati da combustibili fossili annessi ad installazioni serricole, con nuovi impianti alimentati da biomassa di matrice vegetale. All’importante back log di ordini conseguito, sta seguendo nel corso di questultimo trimestre l’attività tecnica di installazione delle caldaie nonché la prosecuzione dello sforzo commerciale rivolto al conseguimento di nuovi contratti che permettano di dare continuità a tale progetto.

Lo sviluppo di tale attività compenserà l’allungamento al calo riscontrato nel business retail. Il Gruppo si concentrerà inoltre nello sviluppo del contratto di collaborazione sottoscritto tra la controllata Roof Garden e ENI al fine di commercializzare impianti e soluzioni di efficienza energetica tramite la rete commerciale “Energy ENI Store”.

Infine, Innovatec S.p.A. assisterà la società controllata da Kinexia S.p.A., Volteo Energie S.p.A. alla realizzazione del contratto EPC “turn key” finalizzato alla ristrutturazione con tecnologia green & cleantech del complesso alberghiero “Perla Jonica” sito ad Acireale (CT) (“Complesso

page2image26928

Alberghiero”) ai sensi di un Accordo (“Accordo”) sottoscritto da Volteo con la società Item S.r.l. (“Item”) il cui maggiore azionista (70%) è lo sceicco degli Emirati Arabi Hamed Bin Ahmed Al Hamed, Il corrispettivo di tale Accordo per Volteo è di circa Euro 47 milioni e l’ultimazione dei lavori è presumibilmente prevista entro la fine del 2016. Il Complesso Alberghiero sarà dotato, con l’assistenza di Innovatec, (il cui contratto di sub appalto e il relativo corrispettivo verrà finalizzato entro fine anno dopo una analisi accurata dei costi e margini di commessa e successivamente alla sottoscrizione del contratto definitivo di EPC tra Volteo e Item), dei più moderni sistemi di efficientamento energetico, batterie di accumulo, panelli solari e termici, controllo remoto dei consumi elettrici, etc. Il complesso sarà, infatti, il più grande polo alberghiero del mediterraneo totalmente ad Impatto Zero: zero waste, zero emissions, zero water waste, autoproduzione con storage di energia ed efficienza energetica integrata con rete infoenergetica e telecontrollo.

Approvazione del Progetto di Fusione per incorporazione della società interamente

controllata Stea Divisione Energia Solare S.r.l. in Innovatec S.p.A.

In data odierna, il consiglio di amministrazione ha altresì approvato il progetto di fusione per incorporazione della società interamente controllata Stea divisione energia solare S.r.l. in Innovatec S.p.A.
La fusione ha lo scopo di realizzare un'unica, più razionale ed economica struttura societaria che permetterà una migliore valorizzazione delle attività delle società partecipanti; inoltre, l'operazione è rivolta alla ricerca di una economia in termini di organizzazione delle attività strutturali ed alla ricerca di una riduzione di costi finanziari, amministrativi e generali, rispetto alla somma dei costi medesimi sostenuti in precedenza dalle società che si intendono fondere. La fusione tro
verà attuazione, ai sensi dell’art. 2501-quater codice civile, sulla base delle situazioni patrimoniali aggiornate al 30 settembre 2014 delle società partecipanti. La società incorporante Innovatec S.p.A., e la società incorporanda Stea Divisione Energia Solare S.r.l. non rientrano rispettivamente nelle situazioni di cui agli artt. 2446 e 2447 codice civile e di cui agli artt. 2482 bis e 2482 ter codice civile.

La fusione verrà attuata, al momento dell’effetto civilistico della fusione stessa, con annullamento e senza sostituzione dell’intero capitale sociale della società incorporanda in applicazione dell'art. 2505 codice civile, in considerazione del fatto che il capitale sociale della società incorporanda "Stea Divisione Energia Solare S.r.l." è interamente e direttamente posseduto dalla società incorporante Innovatec S.p.A.. Pertanto l’attuazione della fusione è subordinata al mantenimento del possesso totalitario del capitale sociale della incorporanda, da confermare all’atto della fusione. Per effetto di quanto sopra esposto non è pertanto necessario procedere né alla redazione della relazione da parte dell’organo amministrativo né alla redazione della relazione degli esperti sulla congruità del rapporto di cambio ex art. 2505 codice civile.

Nell'atto di fusione sarà stabilita la decorrenza degli effetti della fusione nei confronti dei terzi ai sensi dell'art. 2504 bis codice civile, che potrà anche essere successiva alla data dell'ultima delle iscrizioni previste dall'art. 2504 codice civile.
Infine le operazioni della società incorporanda saranno imputate al bilancio della società incorporante, anche per gli effetti fiscali ed ai fini delle imposte sui redditi, a decorrere dal giorno 1° gennaio dell'anno in cui la fusione avrà effetto nei confronti dei terzi.

Si prevede il completamento delloperazione di fusione nel corso del mese di febbraio 2015. La documentazione verrà messa a disposizione del pubblico ai sensi della normativa vigente.

page3image29912

Innovatec S.p.A.

Investor Relations
Raffaele Vanni
e-mail:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Tel. +39 02/87211700
Fax. + 39 02/87211707

Ufficio Stampa
Alberto Murer
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Tel. +39 334/6086216

Fax. +39 02/87211707

page3image32992 page3image33152

www.innovatec.it

Filo diretto

Leggi tutti i Comunicati societari

Newsletter

Resta in contatto con Spaitalia.it, iscriviti alla newsletter!


Scripofilia

Le prossime assemblee

No current events.

Iscriviti al gruppo Facebook!

Notizie in diretta